Crea sito

This is default featured slide 1 title

You can completely customize the featured slides from the theme theme options page. You can also easily hide the slider from certain part of your site like: categories, tags, archives etc. More »

This is default featured slide 2 title

You can completely customize the featured slides from the theme theme options page. You can also easily hide the slider from certain part of your site like: categories, tags, archives etc. More »

This is default featured slide 3 title

You can completely customize the featured slides from the theme theme options page. You can also easily hide the slider from certain part of your site like: categories, tags, archives etc. More »

This is default featured slide 4 title

You can completely customize the featured slides from the theme theme options page. You can also easily hide the slider from certain part of your site like: categories, tags, archives etc. More »

This is default featured slide 5 title

You can completely customize the featured slides from the theme theme options page. You can also easily hide the slider from certain part of your site like: categories, tags, archives etc. More »

 

Monthly Archives: marzo 2017

STATUTO A.P.S

“Contenuto essenziale” dello Statuto di un’Associazione di Promozione Sociale
Nello Statuto delle A.p.s. (per il quale la legge non richiede una forma particolare, potendo assumere anche quella della semplice scrittura privata sottoscritta dal Presidente e, se nominato, dal Segretario dell’Associazione) in base all’art. 3, L.383/’00 ed all’art. 5, L.R.T. 42/’02, devono
essere espressamente indicati:
Denominazione sociale;
Oggetto (scopo) sociale;
Attribuzione della rappresentanza legale dell’Associazione;
Assenza di fini di lucro ed indivisibilità, anche indiretta, fra gli associati dei proventi derivanti dallo svolgimento dell’attività sociale;
Obbligo di reinvestimento ai fini statutari dell’eventuale avanzo di gestione;
Norme associative regolanti l’ordinamento interno, basate su principi di democrazia ed uguaglianza in ordine allo status (diritti e doveri) degli associati, nonché previsione dell’elettività delle cariche associative;
Criteri per l’ammissione e l’esclusione degli associati e loro diritti ed obblighi;
Obbligo di redazione del bilancio e del rendiconto annuale, nonché modalità di approvazione dei medesimi da parte degli organi statutari;
Modalità di scioglimento dell’Associazione;
Obbligo di devoluzione del patrimonio sociale residuo in caso di scioglimento, cessazione o estinzione, ai fini di utilità sociale.

 

STATUTO TIPO
“ ”
SEDE, COSTITUZIONE, DURATA, OGGETTO SOCIALE
ART.1
E’ costituita l’Associazione di promozione sociale denominata “ ”
ART. 2
L’Associazione ha sede legale a
in ed ha durata a tempo indeterminato (indicare la durata laddove prevista).
ART. 3
L’Associazione non ha fini di lucro.
E’ vietato distribuire, anche in modo indiretto, utili o avanzi di gestione, nonché fondi, riserve o capitale, durante la vita dell’Associazione, (salvo che la destinazione o la distribuzione non siano imposti dalla legge).
E’ fatto obbligo di reinvestire l’eventuale avanzo di gestione a favore di attività istituzionali statutariamente previste.
ART. 4
L’Associazione, basata sui principi di democrazia ed uguaglianza, si pone come scopo statuario ed attività istituzionale:
ASSOCIATI
ART. 5
Possono far parte dell’Associazione tutti coloro i quali, condividendo le finalità del presente Statuto, intendono partecipare alle attività organizzate dall’Associazione per il raggiungimento delle stesse.
ART. 6
Per essere ammessi ad associato è necessario presentare all’Assemblea domanda di adesione all’Associazione con l’osservanza delle seguenti modalità ed indicazioni:
indicare nome e cognome, luogo e data di nascita, luogo di residenza;
dichiarare di attenersi al presente Statuto ed alle deliberazioni degli organi sociali.
E’ compito dell’Assemblea dell’Associazione deliberare, entro (indicare il termine in giorni) su tale domanda.
In caso di non ammissione l’interessato potrà presentare ricorso, entro i successivi (indicare il termine in giorni) all’Assemblea stessa la quale, nella sua prima convocazione, si pronuncerà in
modo definitivo.
ART. 7
Gli Associati hanno diritto a ricevere all’atto dell’ammissione, la tessera sociale di validità di un anno, di usufruire di tutte le strutture, dei servizi, delle attività, delle prestazioni e provvidenze attuate dall’Associazione, nonché di intervenire con diritto di voto nelle assemblee.
ART. 8
Gli associati sono tenuti al pagamento della quota annuale di associazione, stabilita dal Consiglio Direttivo, all’osservanza dello Statuto e delle deliberazioni prese dagli organi sociali, e al pagamento di quote straordinarie ad integrazione del fondo sociale.

ART. 9
Gli associati sono espulsi per i seguenti motivi:
a. quando non ottemperino alle disposizioni del presente Statuto, ai Regolamenti interni o alle deliberazioni prese dagli organi sociali;
b. quando si rendano morosi del pagamento della tessera e delle quote sociali senza giustificato motivo;
c. quando in qualunque modo, arrechino danni morali o materiali all’Associazione.
Le espulsioni sono decise dall’Assemblea a maggioranza dei suoi membri.
Gli Associati espulsi per morosità potranno, dietro domanda, essere riammessi, pagando una nuova quota di iscrizione.
Gli Associati potranno ricorrere contro il provvedimento secondo le modalità di cui all’art. 6 del presente Statuto.
ORGANI DELL’ASSOCIAZIONE
ART. 10
Gli organi dell’Associazione sono:
a. L’Assemblea degli associati;
b. Il Consiglio Direttivo;
c. Il Presidente;
d. Il Segretario.
ART. 11
L’Assemblea degli Associati è sovrana, è composta da tutti gli associati per i quali sussiste tale qualifica al momento della convocazione ed è presieduta dal Presidente del Consiglio Direttivo, in sua assenza da un associato nominato dalla stessa Assemblea.
La convocazione deve avvenire per comunicazione scritta e deve contenere oltre che gli argomenti posti all’ordine del giorno, l’indicazione del luogo, del giorno e dell’ora delle riunioni, sia in prima sia in seconda convocazione mediante (indicare se attraverso lettera o mail inviata a tutti gli associati o avviso affisso nella sede sociale) almeno (10 o 15 giorni) prima della riunione.
ART. 12
L’Assemblea degli associati ha le seguenti funzioni:
a. approva gli indirizzi generali ed il programma delle attività proposte dal Consiglio Direttivo;
b. approva il bilancio di previsione ed il bilancio consuntivo;
c. nomina i componenti del Consiglio Direttivo;
d. delibera circa l’ammissione, la sospensione, la radiazione e l’espulsione degli associati;
e. modifica il presente statuto;
f. approva il regolamento;
g. delibera sull’eventuale destinazione degli utili di gestione, se consentito dalla Legge e dal presente statuto;
h. delibera lo scioglimento e la liquidazione dell’Associazione nonché in ordine alla devoluzione del suo patrimonio;
i. revoca il Presidente, con il voto favorevole della metà più uno degli associati.
L’Assemblea ordinaria deve essere convocata dal Presidente del Consiglio Direttivo, almeno una volta all’anno per l’approvazione del bilancio consuntivo e preventivo.
L’Assemblea Straordinaria deve essere convocata ogni qualvolta venga richiesta su domanda motivata e firmata dal almeno 1/10 degli associati.
Le delibere assembleari, oltre ad essere debitamente trascritte nel libro verbale delle Assemblee degli Associati, rimangono affisse nei locali dell’Associazione durante (indicare il termine in giorni: generalmente 10) che seguono l’Assemblea.
ART. 13

In prima convocazione l’Assemblea è regolarmente costituita con la presenza di almeno la metà più uno degli associati e delibera validamente a maggioranza assoluta dei presenti su tutte le questioni poste all’ordine del giorno, salvo i casi nei quali lo Statuto preveda espressamente maggioranze diverse.
In seconda convocazione l’Assemblea è regolarmente costituita qualunque sia il numero degli associati intervenuti e delibera validamente a maggioranza assoluta dei presenti su tutte le questioni poste all’ordine del giorno, salvo i casi nei quali lo Statuto preveda espressamente maggioranze diverse.
ART. 14
Ogni associato ha diritto ad un voto. E’ ammesso il rilascio di delega scritta purché ad altro associato. Un associato non può avere più di (indicare il numero: generalmente una o due) deleghe.
Le votazioni possono avvenire per alzata di mano o a scrutinio segreto, quando ne faccia richiesta almeno un decimo dei presenti.
ART. 15
Il Consiglio Direttivo è composto da un numero minimo di tre Consiglieri ad un massimo di (indicare un numero dispari superiore, a seconda della quantità degli associati) eletti dall’Assemblea fra gli associati per la durata di tre anni (o indicare diverso termine).
I suoi componenti possono essere rieletti e decadono qualora siano assenti ingiustificati per tre volte
consecutive.
In caso di dimissioni di un componente del Consiglio Direttivo viene cooptato il primo dei non eletti.
Nella sua prima seduta il Consiglio Direttivo elegge fra i suoi membri il Presidente, il Vicepresidente, il Segretario (se previsto) ed il Tesoriere (se previsto).
ART. 16
Il Consiglio Direttivo si riunisce ogni qualvolta il Presidente o la maggioranza dei propri componenti lo ritengano necessario e comunque almeno (da due a quattro) volte all’anno per deliberare sugli atti della vita associativa.
Le riunioni sono valide con la presenza di almeno la metà dei componenti.
Le deliberazioni si adottano a maggioranza semplice.
Il Consiglio Direttivo ha le seguenti funzioni:
a. redige i programmi di attività sociale previsti dallo Statuto sulla base delle linee approvate dall’Assemblea;
b. cura l’esecuzione delle deliberazioni dell’Assemblea;
c. redige i rendiconti economico-finanziari da sottoporre all’approvazione dell’Assemblea;
d. stipula tutti gli atti e contratti di ogni genere inerenti all’attività sociale;
e. determina l’ammontare delle quote annue associative e le modalità di versamento;
f. svolge tutte le altre attività necessarie e funzionali alla gestione sociale.
ART. 17
Al Presidente del Consiglio Direttivo compete la legale rappresentanza dell’Associazione e la firma sociale.
Egli presiede e convoca l’Assemblea ordinaria ed il Consiglio Direttivo, gestisce l’ordinaria amministrazione dell’Associazione sulla base degli indirizzi emanati dall’Assemblea e dal Consiglio Direttivo ai quali riferisce sull’attività svolta. E’ autorizzato ad eseguire incassi ed accettazioni di donazioni di ogni natura a qualsiasi titolo provenienti da pubbliche amministrazioni,
enti e privati rilasciandone quietanze liberatorie ed ha la facoltà di nominare avvocati nelle liti attive
e passive riguardanti l’organizzazione innanzi a qualsiasi istanza giudiziaria.
ART. 18
Il Segretario, che resta in carica tre anni (o indicare diverso termine) ed è rieleggibile, è responsabile della custodia dei libri sociali, dei bilanci e della documentazione contabile dell’Associazione, oltre che dei verbali relativi alle deliberazioni degli organi previsti dal presente Statuto.

ART. 19
Il Tesoriere, che resta in carica 3 anni (o indicare diverso termine) ed è rieleggibile, è responsabile della cassa sociale e provvede alle operazioni finanziarie.
PATRIMONIO DELL’ASSOCIAZIONE
ART. 20
Il fondo patrimoniale dell’Associazione, utilizzabile unicamente per il funzionamento dell’Associazione e lo svolgimento delle sue attività statutarie, è costituito da:
a. quote e contributi degli associati ed erogazioni liberali degli associati e di terzi;
b. eredità, donazioni e legati;
c. contributi dell’Unione europea, di organismi internazionali, dello Stato, delle Regioni, di Enti locali, di enti o istituzioni pubbliche anche finalizzati al sostegno di specifici e documentati programmi realizzati nell’ambito dei fini statutari;
d. entrate derivanti da prestazioni di servizi convenzionati ovvero entrate derivanti da iniziative promozionali finalizzate al proprio finanziamento, quali feste e sottoscrizioni a premi;
e. proventi delle cessioni di beni e servizi agli associati e a terzi, anche attraverso lo svolgimento di attività economiche di natura commerciale, artigianale o agricola, svolte in maniera ausiliaria e sussidiaria e comunque finalizzata al raggiungimento degli obiettivi istituzionali;
f. altre entrate compatibili con le finalità sociali.
ART. 21
Le somme versate per la tessera sociale e le quote annuali di adesione all’Associazione non sono né trasmissibili né rimborsabili in nessun caso.
BILANCIO CONSUNTIVO E PREVENTIVO
ART. 22
Il bilancio consuntivo è annuale e riflette l’esercizio sociale che va dall’1 gennaio al 31 dicembre di ogni anno e deve essere presentato dal Consiglio Direttivo all’Assemblea, che lo approva a maggioranza entro e non oltre il 30 giugno dell’anno successivo.
L’eventuale attivo viene imputato al fondo sociale.
Il bilancio preventivo è approvato con le stesse modalità di cui al precedente comma, entro e non oltre il 28 febbraio dell’anno a cui si riferisce.
I bilanci devono restare depositati presso la sede sociale per i quindici giorni precedenti le assemblee che approvano i bilanci relativi, a disposizione di tutti coloro che abbiano motivati interessi di consultazione
RESPONSABILITA’ PATRIMONIALE
ART. 23
L’Associazione risponde, con i propri beni, dei danni causati per l’inosservanza delle convenzioni stipulate.
L’Associazione, previa delibera del Consiglio Direttivo, può assicurarsi per i danni derivanti da responsabilità contrattuale ed extracontrattuale dell’Associazione stessa.
SCIOGLIMENTO DELL’ASSOCIAZIONE
ART. 24
Lo scioglimento dell’Associazione deve essere deliberato dall’Assemblea degli associati con il voto favorevole di almeno tre quarti (o indicare altra maggioranza qualificata) dei componenti dell’Assemblea stessa sia in prima, sia in seconda convocazione.

ART. 25
In caso di scioglimento l’Assemblea provvede alla nomina di uno o più liquidatori, anche non associati, determinandone gli eventuali compensi.
Il patrimonio residuo che risulterà dalla liquidazione è devoluto per fini di pubblica utilità conformi ai fini istituzionali dell’Associazione, sentito l’organismo di controllo di cui all’art. 3 della L. 662/’96 e salvo diversa destinazione imposta dalla Legge.
DISPOSIZIONI FINALI
ART. 26
Per tutto quanto non previsto espressamente dal presente Statuto si rimanda alla normativa vigente in materia.
IL PRESIDENTE IL SEGRETARIO

Derivate linux

Un sistema operativo completo che include tutte le applicazioni di cui hai bisogno nell’uso quotidiano: inviare messaggi, navigare in internet, ascoltare musica, vedere video, scrivere documenti, e molto altro.

XFCE è un ambiente grafico veloce e leggero, ideale ad esempio per computer con poca RAM o datati, che possono beneficiare così di un sistema operativo ricco di funzionalità senza però penalizzarne le prestazioni.

Lubuntu è la versione di Ubuntu basata sull’ambiente grafico LXDE e fornisce un sistema leggero, poco esoso di risorse hardware e orientato al risparmio energetico. Questo fa si che sia orientato a PC datati, con specifiche hardware ridotte. Vuoi altre informazioni? Leggi la pagina lubuntu!

Ubuntu MATE è la versione di Ubuntu rilasciata con l’ambiente grafico MATE, fornendo un ambiente più tradizionale ma con tutti i pregi di Ubuntu.

Edubuntu è nata per fornire un ambiente ricco, integrato e di estrema semplicità per l’uso negli ambienti scolastici ed educativi.

Per raggiungere questo scopo sfrutta la distribuzione Ubuntu aggiungendovi una serie di applicazioni, strumenti, contenuti e temi adatti per l’apprendimento.

Ubuntu Studio è rivolto agli appassionati e ai professionisti di audio, video e grafica nel mondo GNU/Linux.

Fornisce una suite completa delle migliori applicazioni open source disponibili per creazioni multimediali. Così come per Ubuntu, è possibile usare, modificare e re-distribuire Ubuntu Studio liberamente. L’unico limite è la tua immaginazione.

Mythbuntu è una versione di Ubuntu pensata per trasformare il tuo PC in un PC Home Theatre sfruttando le ricche funzionalità di MythTV.

Può essere usata sia come sistema multimediale autonomo o integrata in una rete MythTV.

 

Linux

Tux, la mascotte Linux

Linux è un sistema operativo, ovvero quell’insieme di programmi essenziali per far funzionare il computer e farci qualcosa di utile o divertente. E’ una alternativa a Windows e a MacOS, e può essere installato al loro posto (o insieme, sullo stesso computer).

Più in generale Linux è il primo rappresentante del software cosiddetto “libero” (“freesoftware”, in inglese), ovvero quel software che viene distribuito con una licenza che ne permette non solo l’utilizzo da parte di chiunque ed in qualsiasi circostanza ma anche la modifica, la copia e l’analisi.

Per Tutti i Gusti

“Linux” è tipicamente usato come termine generico per indicare un sistema operativo con determinate qualità, nel concreto esistono le distribuzioni. Queste sono raccolte di software (software libero, si intende!) selezionato e predisposto per essere installato ed utilizzato nel modo più semplice possibile da parte degli utenti, fornendo una serie di strumenti essenziali per iniziare fin dall’inizio a usare il proprio PC nel pieno del potenziale.

Le distribuzioni Linux sono innumerevoli, ed ognuna si differenzia dall’altra per le scelte sul software installato di default, per le configurazioni iniziali, per essere maggiormente orientate alla facilità di utilizzo o all’ottimizzazione delle risorse del computer. Scegline una, e visita il sito per scaricare (gratuitamente e legalmente) il CD da masterizzare, provare, installare, e poi passare ad un amico!